Uso dei fiori di Bach

Come si usano i “Fiori di Bach”

L’anamnesi dello stato d’animo e la scelta dei rimedi floreali è piuttosto fine, richiede un colloquio da parte del naturopata che con grande sensibilità e apertura ti guiderà a conoscerti in modo autentico.

Il naturopata aiuterà nell’interpretazione di istinti, emozioni e pensieri, individuando gli stati emozionali e le condizioni mentali negativi che sono una concausa all’origine dei nostri disagi e in questo modo la persona rimarrà protagonista attiva del proprio benessere.


bach-composizione


Solo attraverso questo ruolo attivo sarà possibile il Cambiamento. Si deve aspirare coscientemente a un cambiamento e sapere che in noi si verificherà una positiva trasformazione. I mutamenti sono tenui e graduali e consistono prima di tutto in un cambiamento dell’umore fino a un benessere completo. Bisogna aspettare il processo di consapevolezza e chiarificazione con interesse e amore, solo così verrà accelerato.
Intanto la personalità si affinerà sempre più con un atteggiamento di fondo positivo.

vedi la tabella dei Fiori di Bach

Con i Fiori di Bach si lascia agire la Natura stessa, e col tempo si assiste ad una graduale armonizzazione e sviluppo della personalità.

Durata del trattamento:

Le essenze floreali vanno prese finché dura lo stato di sofferenza o di squilibrio; i disturbi cessano quando il rimedio ha agito, e perciò non è più necessario. Dunque è garantita la completa assenza di rischio di assuefazione. Non interferiscono con i farmaci tradizionali o con quelli omeopatici, e non provocano effetti indesiderati.