Iridologia

 

iridologia-composizione

 

Cos’è l’Iridologia

L’iridologia si basa sul presupposto che l’iride, la parte colorata dell’occhio, rappresenti una mappa che riproduce al suo interno tutto il corpo umano, la sua anatomia e, soprattutto, le sue funzioni. L’iride, secondo diverse teorie riproduce in piccolo, nell’occhio, ciò che avviene dentro di noi. L’occhio è l’organo di senso che più si manifesta nel cervello e che più riflette il funzionamento del sistema nervoso centrale. L’iride è stata mappata  nel corso degli anni dai vari studiosi che  hanno tracciato, nell’iride appunto, le zone corrispondenti ai vari organi ed apparati del corpo umano secondo un criterio anulare e un criterio settoriale.

Al mondo non esistono due persone che abbiano iridi uguali e, anzi, le iridi sono diverse persino nello stesso individuo. Esaminando  certe caratteristiche dell’iride come la trama del suo tessuto, il Bordo della Corona, oltre che i segni iridologici come lacune, cripte, pigmenti, cerchi, raggi e fibre si possono scoprire i punti di forza e di fragilità individuali, l’energia vitale, la tendenza all’invecchiamento e ad alcune patologie, il livello di stress. Possono inoltre essere evidenziati i principali tratti psicoemotivi ed emozionali.

Non è invece possibile utilizzare l’iridologia per rilevare eventuali patologie specifiche.

 

mappa-topografica-iridologia


L’iridologia non è quindi una tecnica diagnostica. L’Iridologia è però una disciplina multidimensionale che ci permette di fare una valutazione a tutto campo sia dal punto di vista fisico, che costituzionale , che energetico, che psichico (ci aiuta  a comprendere il tipo di personalità ). Gli studiosi hanno infatti rilevati vari tipi di costituzioni iridologhe sia fisiologiche (linfatica, ematogena, biliosa o mista) che  energetico dinamiche (emozionale che impara ascoltando, mentale che impara osservando, kinestetica che impara toccando, estrema che impara attraverso l’intuizione).

L’iride rappresenta quindi l’espressione di tutti i livelli dell’individuo.
L’osservazione dell’iride ci fa comprendere e ci rende estremamente chiaro come ogni cosa che abbiamo visto o vediamo succedere o che abbiamo vissuto o viviamo in prima persona, specialmente all’interno dell’ambiente che ci circonda, scatena dentro di noi un’emozione che si deposita e che ci risuonerà dentro sempre ma in maniera più nitida ogni volta che un evento simile si ripete. Lo studio dell’iride dal punto di vista delle relazioni umane ci racconta infatti anche  il modo in cui abbiamo vissuto tappe della vita comuni a ogni essere umano nel proprio ambiente degli affetti. Ecco perché il percorso di benessere e di consapevolezza dovrà portare alla comprensione di quello che siamo nella totalità per riuscire ad attuare un cambiamento psichico, emozionale, energetico e anche fisico.

Dunque l’iride è una chiave di lettura basilare per comprendere le tendenze, la costituzione di ognuno e i suoi aspetti più profondi e l’iridologia è un ottimo punto di partenza per un percorso di consapevolezza e benessere affiancato ai vari rimedi naturopatici .