Cosa sono i Fiori di Bach

Cosa sono i Fiori di Bach : le parole del dottor Bach.

Approfondiamo un po’ il mondo dei fiori di Bach riprendendo le parole del dottor Bach stesso.

All’inizio degli anni trenta il medico inglese Edward Bach, ritenendo che la malattia non fosse altro che la manifestazione nel corpo di uno squilibrio a livello emozionale, si dedicò alla ricerca di un metodo di cura che potesse porre rimedio al conflitto interiore. Egli pensava che la causa delle malattie fossero gli stati d’animo negativi come preoccupazioni, paura, insoddisfazione, impazienza, tristezza, rabbia ecc. Scoprì e divulgò le proprietà curative di 38 piante silvestri, oggi note come Rimedi Floreali di Bach. Essi sono estratti floreali che curano gli stati d’animo negativi responsabili del nostro malessere interiore e di conseguenza fisico. Dice il dott. Bach: « La malattia è essenzialmente il risultato di un conflitto tra l’anima e la mente”. Egli dice inoltre: “…Sino a che le nostre Anime e le nostre personalità sono in accordo viviamo in gioia e in pace, godiamo di felicità e salute. Quando invece la nostra personalità deraglia dal cammino predisposto dell’Anima, per colpa delle tentazioni mondane o perché subiamo la suggestione dagli altri, prende origine un conflitto. Questo conflitto è la radice di ogni male e infelicità. ” D’altra parte egli dice : “La malattia non è una punizione in sé ma uno strumento di cui la nostra anima si serve per indicarci i nostri errori, per evitarci errori più gravi,, per impedirci di suscitare maggiori ombre , e per ricondurci sulla via della verità e della luce”.
Il campo su cui maggiormente agiscono i Fiori di Bach è quindi quello dell’emotività e degli stati d’animo, ma certamente come la medicina psicosomatica insegna, la mente non è staccata dal corpo, e ciò che si mostra a livello mentale, ha un significato ed un’influenza anche sul piano fisico. I segnali che le emozioni danno, sono solo dei segnali precedenti a quelli del corpo, vale a dire i sintomi fisici, perciò osservando e conoscendo l’aspetto emotivo e mentale si può correggere anche ciò che succede nel fisico. il dottor Bach diceva: “I rimedi floreali hanno la proprietà di elevare le nostre vibrazioni e quindi di attivare le forze spirituali che liberano e guariscono la mente ed il corpo.”

Le essenze floreali vengono descritte come una sorta di “energia liquida”. L’essenza floreale contiene esclusivamente l’energia del fiore e non sue parti come per esempio i petali. Essa aiuta a diventare consapevoli della presenza nel proprio essere di comportamenti che ostacolano il proprio benessere. il fiore contiene dunque un messaggio vibrazionale positivo. Non si tratta di principi attivi presenti nel fiore da un punto di vista chimico – fisico, ma piuttosto di principi energetici che ogni pianta possiede. 

Ecco le parole di Bach riguardo le virtù dei fiori : “Fiori, cespugli e alberi non coltivati di ordine superiore hanno, grazie alla forza delle loro vibrazioni, la capacità di aumentare le nostre e di aprire i canali di comunicazione col nostro Io Spirituale; di inondare la nostra spiritualità con le virtù di cui abbiamo bisogno e di purificare con ciò le carenze caratteriali che sono all’origine delle nostre sofferenze. Come la bella musica e tutto ciò che è grande e ispirato, essi possono elevare la nostra spiritualità e portarci più vicino alla nostra anima. Per questo tramite esse ci danno pace e ci liberano dalle sofferenze.”

I fiori di Bach si possono usare in stati di insoddisfazione, ansia, depressione, insicurezza, pessimismo, attacchi di panico, apatia, amarezza, angoscia, incertezza, traumi fisici e psichici, sensi di colpa, nervosismo, stress, senso di inferiorità, inquietudine, incapacità di concentrazione per restituire Armonia, Ottimismo, Serenità e Benessere. Oltre a ciò i Fiori di Bach agiscono anche attraverso un principio transpersonale che permette loro di essere efficaci a tutto campo e di agire anche a livello fisico su infiammazioni, dolore, blocchi articolari e dolori muscolari. Ad esempio, se reagiamo con una risposta esagerata ad un evento, la risposta stessa che diamo a quell’evento ci indica quali fiori ci saranno utili in quel momento e quali ci aiuteranno in maniera incisiva ad affrontare questo malessere.

Ricordiamo che i fiori di Bach si dividono in tre gruppi principali

I dodici fiori che corrispondono anche alle dodici tipologie di base individuate da Bach sono: Rock Rose, Agrimony, Centaury, Chicory, Cerato, Clematis, Gentian, Impatiens, Mimolus, Scleranthus, Vervain, Water Violet.

I sette aiutanti scoperti successivamente e che agiscono sul persistere e sull’accentuarsi di alcune delle caratteristiche individuali di base come effetto delle circostanze e del contesto in cui la persona si trova a vivere sono: Gorse, Oak, Heather, Rock Water, Wild Oat, Olive, Vine.

I diciannove fiori scoperti per ultimi, agiscono sul modo in cui ognuno di noi tende a reagire agli eventi e sono: Cherry Plum, Elm, Pine, Larch, Willow, Aspen, Hornbeam, Sweet Chestnut, Beech, Crab Apple, Walnut, Chestnut Bud, White Chestnut, Red Chestnut, Holly, Wild Rose, Honeysuckle, Star of Bethlehem , Mustard.

Il fiore di Bach si mette dunque davvero in sintonia profonda con ognuno di noi e col terreno che trova rendendo il rimedio altamente personalizzata.